Possibile domanda di aggravamento invalidità civile anche se un’altra è in corso

Quando la domanda per l’invalidità civile poteva e doveva essere presentata tramite istanza cartacea era possibile presentare una nuova domanda anche se una precedente domanda era in corso, nel senso che ancora al richedente non era stata inviato il verbale.

Nel momento in cui è entrata a regime la telematizzazione della domanda ciò non è stato più possibile perchè il sistema informatico automaticamente respingeva le nuove domande se le precedente non aveva concluso il suo iter.

Per la verità già da novembre 2011, ma solo per i soggetti con patologie oncologiche, questa possibilità era stata ripristinata (vedi QUESTO articolo)

Con il messaggio numero 13333 del 9/08/2012 (visionabile da QUI) l’INPS ha comunicato di avere “finalmente” modificato la procedura informatica INVCIV2010 di invio delle domande permettendo la possibilità di presentare una nuova istanza anche se la precedente non ha concluso il suo iter.

Questo vale per l’invalidità civile, ma anche per la cecità civile, per il sordomutismo e per la legge 104/1992, cioè comunque per tutte le fattispecie la cui istanza transita tramite la procedura INVCIV2010.

La nuova istanza però non viene “lavorata” subito, ma viene lasciata in sospeso fino alla conclusione dell’iter della precedente. E’ però fatta salva la data della domanda e ciò è di fondamentale importanza quando il riconoscimento del beneficio avviene a partire dalla data della domanda.

Altra particolarità della nuova procedura è che se la nuova istanza viene prodotta per ottenere più benefici, ad esempio invalidità, cecità e legge 104/1992, resta in sopeso solo quella non ancora conclusa. Le altre istanze vengono fatte transitare e per quelle il richiedente verrà chiamato a visita.

Saluti.

Dott. S. Nicolosi