La Malattia di Sever è una patologia infiammatoria che colpisce il calcagno, tipica dei giovani atleti.

Sinonimo: apofisite del calcagno

EPIDEMIOLOGIA
I soggetti colpiti dalla malattia di Sever sono molto giovani e hanno generalmente un’età compresa tra gli 8 e i 10 anni, ma non sono rari i casi che interessano bambini più piccoli, fino a 4 anni e comunque nella maggior parte dei casi svolgono un’attività sportiva regolare. Tra gli sportivi, sembra che i piccoli calciatori siano i più colpiti, ma anche danza e pallacanestro sono ben rappresentati. Spesso peraltro si tratta di attività sportive intense, inadeguate rispetto all’età. La bilateralità è frequente, in qualche statistica in oltre il 60% dei casi.

EZIOLOGIA E PATOGENESI
La malattia di Sever è un processo infiammatorio provocato dalle continue ed intense sollecitazioni del tendine di Achille sull’apofisi calcaneale e sul nucleo di accrescimento presente in quella zona.

QUADRO CLINICO
La malattia di Sever si manifesta con un intenso dolore al calcagno che impedisce l’attività sportiva, ma spesso insorge già con la semplice deambulazione; il riposo fa ridurre il dolore; la zona posteriore del calcagno può presentarsi gonfia ed arrossata.

DIAGNOSI
La diagnosi generalmente viene fatta sulla scorta dell’esame obiettivo e dell’anamnestica eccessiva sollecitazione funzionale; alla visita si evidenzia evocabilità del dolore alla palpazione della zona di inserzione del tendine di Achille che appare rigido e, come già detto, a volte per la presenza di edema ed arrossamento.

L’esame radiografico raramente è dirimente e da tanti è ritenuto inutile; in uno studio del 2011, solo in 5 “piedi” su 134 con malattia di Sever fu possibile identificare anomalie radiologiche suggestive (http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21654464)

Deve essere posta diagnosi differenziale con una frattura dal calcagno, con la fascite plantare e con la tendinite del tendine di Achille

TRATTAMENTO
Generalmente la malattia di Sever è autolimitante e risponde bene al riposo funzionale e alla modifica dell’attività sportiva e perfino alla scelta di una calzatura più appropriata (le scarpe da calcio sono, a questo proposito, particolarmente “inadatte”) con talloniere morbide; utili gli esercizi di stretching dei muscoli del polpaccio.
Efficaci anche la crioterapia, il paracetamolo e i FANS al bisogno per il trattamento della sintomatologia dolorosa. La durata della malattia, se correttamente trattata, è di pochi mesi, a volte anche 2.

Dott. Salvatore Nicolosi

Medico di Medicina Generale convenzionato con il S.S.N.

La malattia di Sever su PubMed (pochi risultati) ==> da QUI