DECRETO ASSESSORIALE REGIONE SICILIANA 

17 ottobre 2012.

Linee guida per l’assistenza sanitaria ai cittadini stranieri (extracomunitari e comunitari) della Regione siciliana.

L’ASSESSORE PER LA SALUTE

Visto lo Statuto della Regione;
Vista la legge del 23 dicembre 1978, n. 833, istitutiva del servizio sanitario nazionale;
Visto il DPR del 9 ottobre 1990 n. 309 “Testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza” e successive modifiche ed integrazioni;
Visto il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, “Riordino della disciplina in materia sanitaria, a norma dell’articolo 1 della legge 23 ottobre 1992, n. 421” e successive modifiche ed integrazioni;
Vista la legge regionale n. 30 del 3 novembre 1993 e successive modifiche ed integrazioni;
Vista la legge 6 marzo 1998, n. 40 “Disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero” e successive modifiche ed integrazioni;
Vista la circolare del Ministero della sanità del 22 aprile 1998 (DPS-X-40/98/1010);
Visto il decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286 “Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero”;
Visto il D.P.R. 5 agosto 1998, riguardante l’“Approvazione del documento programmatico relativo alla politica dell’immigrazione e degli stranieri nel territorio dello Stato, a norma dell’art. 3 della legge 6 marzo 1998, n. 40”;
Visto il decreto legislativo 22 giugno 1999, n. 230 “Riordino della medicina penitenziaria, a norma dell’art. 5 della legge 30 novembre 1998, n. 419”;
Visto il D.P.R. 31 agosto 1999, n. 394 riguardante il “Regolamento recante norme di attuazione del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero a norma dell’art. 1, comma 6, del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286”;
Viste le deliberazioni del comitato interministeriale per la programmazione economica con le quali vengono assegnate alle Regioni, a valere sulle residue disponibilità annuali del Fondo sanitario nazionale, somme destinate per l’assistenza sanitaria agli stranieri presenti nel territorio nazionale, art. 33, legge 6 marzo 1998, n. 40”;
Vista la circolare n. 5 del 24 marzo 2000 (DPS-X-40-286/98) del Ministero della sanità riguardante le indicazioni applicative del decreto legislativo 25 luglio, n. 286 “Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero” – Disposizioni in materia di assistenza sanitaria;
Vista la legge regionale n. 10 del 15 maggio 2000;
Vista la legge 8 novembre 2000, n. 328, “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 265 del 13 novembre 2000 – Suppl. ord. n. 186;
Vista la nota prot. n. 1243/Gab. del 15 novembre 2000 dell’Assessorato regionale della sanità – Ufficio di Gabinetto – con la quale si chiede alle aziende unità sanitarie locali ed ospedaliere della Sicilia l’applicazione della circolare 24 marzo 2000, n. 5 del Ministero della sanità;
Visto il proprio decreto assessoriale n. 1270 del 4 luglio 2003, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana n. 34 dell’1 agosto 2003, con il quale sono state approvate le “Linee guida per l’assistenza sanitaria ai cittadini stranieri extracomunitari della regione Sicilia”;
Visto il D.Lgs. n. 30 del 6 febbraio 2007 di attuazione della direttiva n. 2004/38/CE relativa al diritto dei cittadini dell’Unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri;
Vista la nota prot. DIRS/2/0781 del 17 aprile 2008 dell’Ispettorato regionale sanitario – Assessorato della sanità – con la quale, in attuazione della circolare del Ministero della salute prot. DGRUERI/II/3152-P/I.3.b/1 del 19 febbraio 2008 sono state fornite “Precisazioni concernenti l’assistenza sanitaria ai cittadini neo comunitari dimoranti in Italia”;
Vista la nota prot. n. 2292/GAB del 25 febbraio 2009 dell’Assessorato regionale della sanità – Ufficio di Gabinetto, avente per oggetto: “Assistenza sanitaria agli stranieri non in regola con le norme relativa all’ingresso e al soggiorno”;
Vista la successiva nota prot. n. 2293/GAB del 25 febbraio 2009 dell’Assessorato regionale della sanità – Ufficio di Gabinetto, avente per oggetto: “Precisazioni concernenti l’assistenza sanitaria ai cittadini comunitari dimoranti in Italia, in applicazione della direttiva emanata con la succitata nota prot. DIRS/2/0781 del 17 aprile 2008”;
Vista la legge regionale del 14 aprile 2009, n. 5, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana n. 17 del 17 aprile 2009 ed in particolare l’art. 28 riguardante “l’assistenza sanitaria ai cittadini extracomunitari”;
Vista la legge 15 luglio 2009, n. 94 recante “Disposizioni in materia di sicurezza pubblica”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 170 del 24 luglio 2009 – Supp. ord. n. 128;
Vista la nota prot. serv. 8 n. 787 del 27 ottobre 2009 dell’Assessorato della sanità, in relazione alla legge del 15 luglio 2009, n. 94, concernente comunicazioni e chiarimenti su l’“Assistenza sanitaria agli stranieri non in regola con le norme relative all’ingresso al soggiorno (STP)”;
Visto il Piano sanitario regionale – “Piano della salute 2011-2013” che delinea gli ambiti d’intervento e le strategie in tema di assistenza sanitaria agli immigrati;
Preso atto dell’incremento delle popolazioni extracomunitarie che, a vario titolo, approdano verso la Regione Siciliana e dell’evoluzione del processo migratorio per effetto della libera circolazione dei cittadini comunitari, in particolare di coloro totalmente a carico del SSR in quanto privi di copertura sanitaria da parte dello Stato membro di provenienza;
Ravvisata, pertanto, la necessità di dover apportare modifiche ed integrazioni al D.A. n. 1270 del 4 luglio 2003 attraverso l’emanazione di nuove linee guida per l’assistenza sanitaria con le quali fornire agli operatori del settore indicazioni sull’assistenza sanitaria da erogare ai cittadini extracomunitari e comunitari presenti nel territorio regionale, finalizzata alla corretta ed omogenea applicazione delle norme sanitarie facilitando l’accesso ai servizi sanitari;
Rilevato che con nota prot. n. 9347/GAB del 17 giugno 2010 si è insediato il gruppo di lavoro sull’immigrazione, costituito da operatori della sanità (di ruolo sanitario e amministrativo), impegnati quotidianamente nell’assistenza
socio-sanitaria, istituito dall’Assessorato regionale della salute con il compito di elaborare nuove Linee guida per l’assistenza sanitaria ai cittadini stranieri (extracomunitari e comunitari) della Regione Sicilia, adeguate alle attuali esigenze in tema di immigrazione;
Visto il documento recante: “Indicazioni per la corretta applicazione della normativa per l’assistenza sanitaria alla popolazione straniera da parte delle Regioni e Province Autonome”, predisposto dal gruppo tecnico interregionale “Immigrati e servizi sanitari” coordinato dall’Osservatorio sulle Diseguaglianze nella Salute – Regione Marche -, approvato in data 21 settembre 2011 dalla Commissione salute della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, coordinata dalla Regione Veneto;
Ritenuto, pertanto, di dovere procedere all’emanazione delle nuove linee guida per l’assistenza sanitaria da erogare ai cittadini stranieri (extracomunitari e comunitari) che sostituiscono integralmente le precedenti “Linee guida” di cui al D.A. n. 1270 del 4 luglio 2003;
Decreta:
Art. 1
Per le motivazioni esposte in premessa, al fine di garantire l’ottimale ed uniforme erogazione dei servizi sanitari rivolti ai cittadini stranieri, migliorandone l’accesso e la fruizione nel rispetto della normativa vigente, sono approvate le “Linee guida per l’assistenza sanitaria ai cittadini stranieri (extracomunitari e comunitari) della Regione siciliana”.
Art. 2
Le “Linee guida per l’assistenza sanitaria agli stranieri (extracomunitari e comunitari) allegate al presente decreto sostituiscono integralmente le “Linee guida di cui al D.A. n. 1270 del 4 luglio 2003”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana n. 34 dell’1 agosto 2003.
Art. 3
L’adozione delle presenti linee guida e la conseguente realizzazione della “rete assistenziale regionale stranieri”, dovranno essere avviate entro il 31 dicembre 2012.
La realizzazione della rete sarà oggetto di monitoraggio da parte di questo Assessorato.

Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana e nel sito ufficiale della Regione siciliana.
Palermo, 17 ottobre 2012.



Di questo Decreto Assessoriale fa parte un allegato che consiste nelle vere e proprie linee guida.

Contiene tabelle ed è molto lungo, quindi ho preferito non inserirlo in una pagina HTML

Può essere visionato/scaricato come file in PDF da QUI