Tag: INPS

INPS: COVID-19 – Prime informazioni su congedi parentali, permessi legge n. 104/92, bonus baby-sitting

Con il messaggio n. 1281 del 20/03/2020, avente come oggetto “Decreto cura. Emergenza COVID. Prime informazioni su congedi parentali, permessi legge n. 104/92, bonus baby-sitting” l’INPS ha fornito una prima sintetica “illustrazione relativa alla fruizione dei congedi parentali e del bonus baby-sitting, nonché alla estensione della durata dei permessi retribuiti di cui all’articolo 33 della legge 5 febbraio 1992, n. 104“.

Si tratta ancora di una primo approccio in quanto “Le istruzioni operative e procedurali in merito all’applicazione dei suddetti benefici saranno fornite con la relativa circolare illustrativa, che sarà pubblicata a seguito del parere favorevole del Ministero vigilante“.

In appresso è scaricabile l’allegato 1 del mesaggio INPS n. 1281  del 20/03/2020 con le prime istruzioni.

Aggiornati per il 2020 gli importi e i limiti di reddito delle pensioni d’invalidità

Con la circolare n. 147 dell’11 dicembre 2019 l’INPS ha reso noto gli importi e i limiti di reddito delle provvidenze economiche degli invalidi civili, compresi quelli per sordità, cecità e particolari malattie (thalassemia e drepanocitosi), per l’anno 2020.

Si nota immediatamente che gli aumenti sono minimi.

L’allegato 2 della circolare riporta, oltre agli importi delle provvidenze per gli invalidi civili compresi i ciechi civili e i “sordi” (ex sordomuti) , anche gli importi e i limiti reddituali della pensione sociale e di altre provvidenze previdenziali.

Polo Unico per le visite fiscali

Dal giorno 1 settembre, entra in funzione il “Polo Unico per le visite fiscali“.

Ciò ai sensi degli articoli 18 e 22 del decreto legislativo 25 maggio 2017 n. 75, secondo il quale gli accertamenti per le assenze dal servizio per malattia dei dipendenti pubblici saranno di competenza esclusivamente dell’Inps.

In questo modo, dal 1° settembre l’INPS gestirà le visite mediche di controllo sia dei lavoratori del settore privato che di quello pubblico.

Con il Messaggio n. 3265 del 9 agosto 2017 l’INPS comincia a dare delle indicazioni sullo svolgimento del servizio di accertamento dello stato di malattia per i dipendenti pubblici.

In realtà nei citati articoli vengono previsti appositi decreti ministeriali per l’uniformazione delle fasce orarie di reperibilità nei due settori, privato e pubblico, e per la definizione delle modalità per lo svolgimento degli accertamenti medico legali; ad oggi però tali decreti non sono stati emessi ma l’INPS comunque ha iniziato a dare proprie indicazioni.

Ad oggi, sono previste:

  1. quattro ore al giorno per il settore privato, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19
  2. sette per il pubblico, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Non tutte le categorie di dipendenti pubblici sono interessate alle novità sulle visite mediche di controllo per assenza per malattia.

Certificato d’invalidità sul nuovo sito INPS

Da ormai diversi anni i medici sono abituati ad inviare il certificato d’invalidità, sia civile che contributiva con modello SS3.

Pur con periodiche difficoltà dovute a modifiche nel modello usato per l’invalidità civile legge 104, disabilità, sordità e cecità, fino ad oggi comunque tutti sapevamo almeno come accedere.

Con l’avvento del nuovo sito INPS sembrano sparite le pagine per l’accesso ai medici certificatori.

Ad ottobre sospesa l’invalidità civile a chi da marzo non si è presentato a visita di revisione

Con un messaggio inserito nelle “News” del suo sito e con un comunicato stampa, l’INPS il 25/09/2015 ha comunicato che da ottobre sospenderà la corresponsione dei trattamenti d’invalidità a coloro per il quale era prevista revisione e, chiamati a visita da marzo 2014, ad oggi non si sono presentati a visita.