Aggiornati per il 2013 gli importi e i limiti di reddito delle pensioni di invalidità civile

Con la circolare n. 149 del 28-12-2012 l’INPS ha aggiornato gli importi e i limiti di reddito delle provvidenze economiche e degli invalidi civili, compresi quelli per sordità, cecità e particolari malattie (thalassemia).

Assieme a questa piccola buona notizia, gli importi sono solo agganciati all’aumento del costo della vita, una brutta sorpresa per gli invalidi civili al 100%.

Infatti a partire da gennaio 2013 il limite di reddito per questa categoria di invalidi non è il reddito personale, ma quello cumulato con il coniuge. Questo sulla scorta della sentenza  della Corte di Cassazione n. 4677 del 2011 in cui veniva inopinatamente enunciato questo principio (da QUI la sentenza)

In realtà già l’anno scorso, in caso di ricorso giudiziario avverso il negato riconoscimento, i legali dell’INPS avevano già fatto valere questa sentenza, e la sua applicazione anche amministrativa era nell’aria.

Non si può a questo punto che sperare in ulteriori pronunciamenti della Corte di Cassazione, magari a sezioni unite per creare una giurisprudenza favorevole che possa poi fare da supporto alle innumerevoli azioni legali che a questo punto sicuramente saranno intentate.

Peraltro, mi si passi la goliardata, a questo punto chissà, magari potrebbe essere utile che gli invalidi al 100% presentino domanda di “miglioramento” 😥

I nuovi limiti di reddito e i nuovi importi per il 2013 possono essere rilevati nelle apposite sezioni.

Saluti.

Dott. Salvatore Nicolosi


// ]]>


LIMITAZIONE DI RESPONSABILITA'

Le notizie contenute nel sito sono tenute costantemente aggiornate e ho fatto ogni sforzo per curarne l'esattezza. Tuttavia è possibile che uno o più dei contenuti siano inesatti, nonostante l'attenzione posta.

Il curatore del sito pertanto esorta i visitatori a verificare l'esattezza delle informazioni contenute prima di farne uso e, in ogni caso, le informazioni di carattere sanitario non possono in alcun modo sostituire l'opera di un medico reale il quale è l'unico che può individuare una diagnosi certa e proporre una corretta terapia.

Nessuna terapia o provvedimento diagnostico deve essere intrapreso senza avere prima consultato il proprio medico di fiducia o uno specialista.

Nessuna responsabilità si assume il sottoscritto per l'uso incauto di informazioni contenute nel presente sito.

Nel sito sono presenti collegamenti a siti esterni assolutamente estranei al sottoscritto il quale quindi non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni cagionati dall'uso incauto delle informazioni ivi contenute.

Dott. Salvatore NicolosI