Il tumore di Warthin, o adenolinfoma, è una neoplasia benigna della ghiandole salivari, nella maggior parte dei casi però la ghiandola parotide ad essere interessata

Il nome al completo è tumore di Albrecht-Artz-Warthin in onore degli scienziati Heinrich Albrecht, Leopold Arzt e Aldred Scott Warthin che lo hanno descritto per primi.

EPIDEMIOLOGIA

Di per se è una neoplasia piuttosto rara ma si calcola che rappresenta il 5-15% di tutti i tumori parotidei, il secondo in ordine di frequenza dopo l’Adenoma Pleomorfo.
In una percentuale compresa tra il 10% e il 20% dei casi l’adenolinfoma è bilaterale, più raramente può essere multifocale.
E’ più frequente nei soggetti fumatori e negli uomini (in alcune statistiche oltre l’80% dei casi); l’età di insorgenza più frequente è quella compresa tra la sesta e la settima decade di vita

ANATOMIA PATOLOGICA

Aspetto macroscopico di Tumore di Warthin  ( adenolinfoma )

Aspetto macroscopico di Tumore di Warthin ( adenolinfoma ) – tratto da Wikipedia.org

Insorge più frequentemente nella porzione inferiore della ghiandola parotide, in prossimità dell’angolo mandibolare.
Macroscopicamente si presenta come una massa solida, sferoidale, rivestita da una capsula e di aspetto lobulato.
Al taglio si evidenziano spazi cistici, ripieni di un secreto sieroso o mucoso, rivestiti internamente da un epitelio cilindrico, a sua volta disposto in due strati; lo strato più interno, dal lato dello spazio cistico, è rivestito da cellule cilindriche piuttosto alte, con citoplasma abbondante e acidofilo e con nucleo piuttosto piccolo; lo strato più esterno è costituito da cellule più piccole, di forma tendenzialmente cubica o poligonale, con un nucleo vescicoloso. Il tutto è inglobato in uno stroma ricco di tessuto linfoide con voluminosi centri germinativi.
Sono descritti in letteratura tumori simil-Warthin alla tiroide come variante del carcinoma papillare della tiroide.

SINTOMATOLOGIA E QUADRO CLINICO

L’Adenolinfoma si manifesta come tumefazione indolore della ghiandola parotide; è una neoplasia benigna e non ha tendenza a trasformazione maligna, ma localmente è in grado di creare una sintomatologia da compressione che può essere anche di rilevante gravità; da QUI un articolo su PubMed (in inglese) su un caso di sindrome del seno carotideo in soggetto con Tumore di Warthin.

TERAPIA

In trattamento è esclusivamente chirurgico ed è reso necessario delle problematiche compressive locali; data la benignità della neoformazione (non ha capacità infiltranti e non metastatizza) non è prevista terapia ulteriore.


Il tumore di Warthin su PubMed ==> da QUI (la ricerca restituisce numerosissimi risultati; poi bisogna affinare il filtro)


Dott. Salvatore Nicolosi

Medico di Medicina Generale convenzionato con il S.S.N.