Regione Emilia-Romagna

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 18 MAGGIO 2015, N. 560

Riorganizzazione della rete locale di cure palliative

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 

Vista la Legge 15 marzo 2010, n. 38 “Disposizioni per garantire l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore” (G.U. n. 65 del 19/3/2010) che tutela il diritto del cittadino ad accedere alle cure palliative e alla terapia del dolore al fine di assicurare il rispetto della dignità e dell’autonomia della persona umana, il bisogno di salute, l’equità nell’accesso all’assistenza, la qualità delle cure e la loro appropriatezza;

Visto il DPCM del 29 novembre 2001 “Definizione dei livelli essenziali di assistenza” che individua l’attività sanitaria e sociosanitaria a favore di malati terminali quale livello essenziale di assistenza da erogare nell’ambito dell’assistenza distrettuale;

Visti i seguenti Accordi, sanciti in sede di Conferenza Stato-Regioni, ai sensi della sopra citata L. n. 38/2010:

  • Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 16 dicembre 2010 (rep. Atti. n. 239/CSR), in cui viene approvato il documento concernente le “Linee guida per la promozione, lo sviluppo e il coordinamento degli interventi regionali” nell’ambito della rete di cure palliative e della rete di terapia del dolore al fine di garantire l’assistenza palliativa e la terapia del dolore in modo omogeneo e a pari livelli di qualità in tutto il Paese;
  • Intesa tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sulla proposta del Ministero della salute, di cui all’art. 5 della L. 15 marzo 2010 n.38, di definizione dei requisiti minimi e delle modalità organizzative necessarie per l’accreditamento delle strutture di assistenza ai malati in fase terminale e delle unità di cure palliative e di terapia del dolore, del 25 luglio 2012 (rep. Atti. n. 151/CSR);
  • Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 10 luglio 2014 (rep. Atti. n. 87/CSR) con il quale sono state individuate le figure professionali competenti nel campo delle cure palliative e della terapia del dolore, le strutture sanitarie, ospedaliere e territoriali, e assistenziali coinvolte nelle reti delle cure palliative e della terapia del dolore e i contenuti minimi in termini di conoscenza, competenza e abilità per i professionisti operanti nelle reti di cure palliative e terapia del dolore;

Richiamate le proprie deliberazioni:

  • il Piano Sanitario Regionale 1999-2001 ed il Piano Sociale e Sanitario Regionale 2008-2010, all’interno dei quali trova ampio spazio la disciplina delle cure palliative quale obiettivo tra quelli prioritari della programmazione sanitaria regionale;
  • la delibera di Giunta regionale n. 124/1999 “Criteri per la riorganizzazione delle cure domiciliari”;
  • le delibere di Giunta regionale n. 456/2000, e successive modifiche ed integrazioni, con le quali è stato approvato il programma regionale “La rete delle cure palliative;
  • la delibera di Giunta regionale n. 967 del 4/7/2011 con la quale veniva recepito l’Accordo tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sulle Linee guida per la promozione, lo sviluppo e il coordinamento degli interventi regionali nell’ambito della rete di cure palliative e della rete di terapia del dolore del 16 dicembre 2010;
  • la delibera di Giunta regionale n. 1568 del 29/10/2012 con la quale veniva recepita l’intesa tra il governo, le regioni e le province e autonome di Trento e di Bolzano sulla proposta del Ministro della salute, di cui all’articolo 5 della legge 15 marzo 2010, n. 38, di definizione dei requisiti minimi e delle modalità organizzative necessari per l’accreditamento delle strutture di assistenza ai malati in fase terminale e delle unità di cure palliative e della terapia del dolore del 12 luglio 2012;

Dato atto che la Regione Emilia-Romagna già da diversi anni ha posto come obiettivo strategico, nelle politiche per la salute, la presa in carico dei malati con patologia ad andamento cronico ed evolutivo non suscettibili di cure volte alla guarigione, operando per la definizione e la continua implementazione dei servizi che compongono la rete delle cure palliative;

Rilevato che per completare le indicazioni dell’Accordo e dell’Intesa Stato-Regioni sopra richiamati, la Regione Emilia-Romagna intende procedere alla riorganizzazione della rete locale delle cure palliative, armonizzando e integrando i modelli organizzativi già vigenti con le modalità organizzative individuate nei citati provvedimenti;

Considerato che:

  • per dare attuazione agli obiettivi sopraindicati è stato individuato un gruppo di lavoro costituito con Determinazione del Direttore generale sanità e politiche sociali n. 18013 del 4 dicembre 2014;
  • tale gruppo, in ottemperanza al proprio mandato, ha predisposto il documento tecnico “Riorganizzazione della rete locale di cure palliative” che individua gli elementi costitutivi della rete e la loro organizzazione;
  • tale gruppo, a seguito della riorganizzazione della rete di cure palliative, completerà il proprio mandato, individuando i criteri di accreditamento delle strutture che compongono la rete stessa;

Ritenuto pertanto di dover approvare il suddetto documento, ispirato ai contenuti della programmazione sanitaria nazionale e regionale in materia di cure palliative;

Evidenziato, che, al fine di garantire lo sviluppo omogeneo delle reti locali per le Cure Palliative, presso la Direzione generale Sanità e Politiche sociali è istituita con DGR 967/2011, poc’anzi richiamata, la Struttura organizzativa regionale di coordinamento che promuove e coordina lo sviluppo delle Reti, ne monitora l’attività in ottemperanza all’Accordo stipulato in sede di Conferenza Stato Regioni il 16 dicembre 2010 sopra richiamata;

Viste:

  • la L.R. n. 43/2001 e successive modificazioni e integrazioni,
  • la propria deliberazione n. 2416/2008 e successive modificazioni;
  • la propria deliberazione n. 1621/2013;
  • la propria deliberazione n. 57/2015;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore per le Politiche per la salute;

 A voti unanimi e palesi

 delibera:

  1. di approvare il documento la “Riorganizzazione della rete locale di cure palliative”, in allegato quale parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;
  2. di pubblicare il presente atto, comprensivo dell’allegato, nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico.

Allegato 1: RETE LOCALE CURE PALLIATIVE