PRESTAZIONI SANITARIE GARANTITE DALL’INAIL AGLI INFORTUNATI SUL LAVORO E AI TECNOPATICI

Il lavoratori che hanno subito un infortunio sul lavoro o che hanno contratto una malattia professionale hanno diritto alla fornitura gratuita di tutte le cure necessarie al fine di guarire quanto più rapidamente e compiutamente possibile recuperando le capacità lavorative. A tal fine tutte le prestazioni di pronto soccorso, anche nel caso delle urgenze classificate come codice bianco, sono gratuite.

ESENZIONE TICKET

I soggetti affetti da una malattia professionale od infortunati sul lavoro hanno diritto ad esenzione dal ticket per tutte le prestazioni connesse all’infermità conseguente; il periodo successivo all’infortunio, quindi quello riconosciuto come Inabilità temporanea Assoluta, è particolarmente tutelato e sono esenti da Ticket tutte le prestazione tese al recupero delle capacità lavorative.

Ma anche successivamente, dopo la stabilizzazione dei postumi, sono esenti le prestazione connesse alle infermità riconosciute.

Gli invalidi del lavoro con riduzione di capacità lavorativa o danno biologico in misura inferiore ai 2/3, quindi fino a 66%, hanno diritto ad esenzione ticket per le prestazioni sanitarie connesse all’infermità riconosciuta.

Gli invalidi del lavoro con riduzione di capacità lavorativa superiore ai 2/3 hanno diritto all’esenzione dal ticket per tutte le prestazioni specialistiche, diagnostiche e di laboratorio.

L’esenzione si ottiene presentando alla propria Unità Sanitaria la certificazione INAIL  relativa alle proprie infermità e alla percentuale di inabilità.

CURE AMBULATORIALI

L’INAIL può fornire gratuitamente, presso i propri ambulatori, prestazioni di diagnosi e cura.

In particolare sono previste prestazioni specialistiche di:

  • oculistica,
  • otoiatria,
  • ortopedia,
  • chirurgia,
  • radiologia,
  • neurologia,
  • medicina fisica e riabilitazione,
  • sieroprofilassi e vaccinazione antitetanica

Nella singola sede INAIL però può mancare una o più delle figure professionali adeguate al fine di fornire queste prestazioni; in questo caso  il lavoratore può recarsi anche presso strutture sanitarie private non convenzionate con in SSN, ma  è necessaria l’autorizzazione specifica dell’INAIL.

Le prestazioni vengono fornite durante il periodo di inabilità assoluta, cioè durante il periodo di malattia sotto copertura INAIL.

In particolare le CURE RIABILITATIVE, finalizzate al recupero funzionale e al potenziamento delle abilità residue dell’infortunato, con un’ottica di reinserimento efficace nel tessuto sociale e lavorativo, vengono erogate gratuitamente durante il periodo di malattia, spesso già subito dopo l’eventuale ricovero ospedaliero.

L’INAIL informa che esistono strutture riabilitative presso le sedi di Alessandria, Asti, Firenze, , Brescia, Mantova, Milano, Firenze, Catania, Caltanissetta, Messina, Palermo e Bari; particolarmente attrezzato è il “Centro Riabilitazione Motoria INAIL” di Volterra, situato all’interno dell’Area Ospedaliera di Volterra.

RIMBORSO SPESA PER FARMACI

Nel 2012 l’INAIL, in via sperimentale, ha iniziato a rimborsare le spese sostenute per i farmaci di classe “C”, quindi non rimborsati dal SSN limitatamente durante il periodo di inabilità temporanea e considerando un elenco di tipologia di farmaco molto ristretto.

Con la circolare n. 30 del 4 giugno 2014 l’INAIL ha cessato la fase sperimentale e ha avviato in modo definitivo questo tipo di prestazione. Con la circolare n. 9 del 2016 è stato poi ampliato l’elenco dei farmaci rimborsabili (vedere la circolare 9 del 2016 in QUESTA pagina)

Il rimborso è possibile anche in questo caso limitatamente ad un elenco di tipologie di farmaci, più ampio del precedente, ma la rimborsabilità è stata estesa oltre il periodo di inabilità assoluta. Infatti l’infortunato o il tecnopatico può usufruire del rimborso anche nel periodo successivo, perfino anche dopo la cristallizzazione dei postumi (10 anni per l’infortunio e 15 anni per la malattia professionale).

E’ possibile anche

  • in caso di chiusura dell’infortunio senza postumi indennizzabili 
  • ” … anche nelle ipotesi di liquidazione in capitale della rendita, nonché nelle ipotesi in cui, a seguito di revisione della rendita stessa, questa venga ridotta o soppressa, sempre che residuino postumi, anche se non indennizzabili. …
  • anche nella “... ipotesi di rendita da ridurre, da liquidare in capitale o da cessare per rettifica per errore di valutazione del grado di inabilità. In tali casi, non essendo in discussione la rilevanza assicurativa dell’evento professionale, il rimborso dei farmaci dovrà continuare ad essere effettuato, a condizione che residuino postumi, anche se di grado non indennizzabile.

Premesse indispensabili ai fini del rimborso dei farmaci sono:

  1. che lo stesso sia ritenuto dalla funzione sanitaria INAIL “... necessario per il miglioramento dello stato psico-fisico in relazione alla patologia causata dall’evento lesivo di natura lavorativa. …”
  2. che il farmaco faccia parte delle tipologie elecate nell’allegato 1 della circolare 30/2014.

Elenco dei farmaci rimborsabili dall’INAIL:

  1. Acido ialuronico per infiltrazioni intrarticolari per il trattamento di condropatie ed artrosi post-traumatiche
  2. Ansiolitici ed ipnoinducenti
  3. Antibiotici per il trattamento topico di ferite o ustioni infette
  4. Antidolorifici per os
  5. Antivertiginosi
  6. Attivanti cerebrali
  7. Colliri midriatici per processi flogistici del segmento anteriore e posteriore dell’occhio
  8. Crema antibatterica per ustioni
  9. Farmaci ipotonizzanti (compresse) per il trattamento dell’ipertono oculare
  10. Farmaci per il trattamento dei disturbi della motilità intestinale da varie cause
  11. Farmaci per il trattamento dell’incontinenza urinaria in pazienti con vescica iperattiva
  12. Farmaci per il trattamento dell’osteoporosi post-traumatica
  13. Farmaci per la disfunzione erettile, come esito di gravi fratture del bacino, e di lesioni parziali midollari
  14. Farmaci per uso topico per il trattamento di infezioni esterne di occhio e annessi (pomate e/o colliri), a base di antinfiammatori, o a base di antibiotici con o senza cortisonici
  15. Farmaci vasoprotettori ed antitrombotici (compresse) per il trattamento di emorragie retiniche
  16. Garze impregnate di antisettico per cute lesa
  17. Immunoterapia batterica per il trattamento delle osteomieliti
  18. Miorilassanti
  19. Pomata antisettica
  20. Pomate per il trattamento di abrasioni, ferite ed ustioni corneo congiuntivali
  21. Preparati a base di acido ialuronico con e senza antibiotico, nelle diverse formulazioni per favorire la riepitelizzazione della cute lesa
  22. Preparati cortisonici topici per il trattamento di dermatiti da contatto
  23. Preparati per uso topico a base antibiotica con e senza cortisone
  24. Preparati per uso topico a base di antinfiammatori in creme, pomate, gel, cerotti
  25. Preparati per uso topico a base di eparina sodica
  26. Preparati per uso topico ad azione elasticizzante/barriera per il trattamento di gravi ustioni
  27. Preparato per uso topico per ulcere croniche con tessuto fibrinoso o necrotico
  28. Prodotti anticheloidi (in diversa formulazione), compresi i siliconi medicali
  29. Unguento per detersione enzimatica di piaghe necrotiche con e senza antibiotico

La circolare 9/2016

Allegato 1 alla circolare 09/2016 (elenco farmaci rimborsabili)

Allegato 2 alla circolare 09/2016 (modulo domanda rimborso farmaci)

LINK SPONSORIZZATI

FORNITURA PROTESI

L’INAIL fornisce gratuitamente anche protesi ed ortesi, sempre previa autorizzazione e nell’ambito della necessità di assicurare, altre che il recupero delle capacità lavorative, anche il benessere psico-fisico del lavoratore con residua menomazione. E’ a carico dell’INAIL anche il ripristino di protesi già in possesso del lavoratore e danneggiatesi a seguito dell’infortunio (ad esempio una protesi dentaria che si rompe per un trauma facciale o un occhiale). Le protesi possono essere periodicamente rinnovate.

Fa parte di quest’ambito anche la possibilità per l’infortunato-tecnopatico di ottenere contributi per l’abbattimento delle barriere architettoniche, venutesi a creare a carico della menomazione tutelata, o per la creazione di sistemi domotici utili al fine di garantire l’assistenza all’infortunato in una condizione di gravità

Da QUI il regolamento per la concessione delle protesi, degli ausili tecnici e dei contributi per l’abbattimento delle barriere architettoniche, ed ulteriori notizie.

CURE BALNEO-TERMALI

L’INAIL, in regime di convenzione con le Regioni, può erogare anche cicli di trattamento balneo-termale

L’INAIL si prende carico sia delle spese di cura che delle spese di viaggio e soggiorno, sia del lavoratore che di un eventuale accompagnatore.

Hanno diritto a tali prestazioni:

  • i lavoratori infortunati o tecnopatici durante il periodo di inabilità temporanea assoluta, naturalmente se ritenute necessarie per ridurre il periodo di inabilità o per ridurre l’entità dei possibili postumi.
  • i titolari di rendita, quindi coloro che hanno avuto riconosciuta una percentuale di inabilità uguale o superiore a 16%, ma esclusivamente durante il periodo di revisionabilità della rendita, quindi entro i 10 anni nel caso dell’infortunio ed entro i 15 anni nel caso delle malattie professionali, e “quando siano ritenute utili per la restaurazione della capacità lavorativa” e comunque se facenti parte dell’elenco del D.M. 15 dicembre 1994 – “Modificazioni all’elenco delle patologie che possono trovare reale beneficio dalle cure termali e proroga della sua validità.”
  • i malati di silicosi o asbestosi, senza alcun limite di tempo

Sono a carico dell’INAIL le spese di viaggio, le spese di soggiorno e le spese per il trattamento. Su specifica autorizzazione e se ritenuto necessario, l’INAIL rimborsa anche le spese di viaggio e di soggiorno di un accompagnatore (ma mi risulta che con la legge di stabilità 2015, a partire dal 1 gennaio 2016, non vengono più rimborsate le spese accessorie per dure climatiche e balneo-termali, cioè spese di viaggio e soggiorno – devo controllare meglio)

L’istanza deve essere presentata alla locale sede INAIL.


Dott. Salvatore Nicolosi

Consulente Servizi Medicina Legale INCA-CGIL di Siracusa