AIFA, nuova nota 100

La nuova nota 100 dell’AIFA, introdotta con la Determina del 21 gennaio 2022 e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 25 gennaio 2022, modifica la prescrivibilità di numerosi farmaci per il Diabete Mellito la cui gestione era stata sempre affidata agli specialisti diabetologi/internisti del SSN.

Con questa Nota l’AIFA apre alla prescrivibilità di questi farmaci da parte dei Medici di Medicina Generale e di tutti gli specialisti del SSN.

I farmaci interessati dalle novità inserite nella Nota 100 sono i seguenti:

  • INIBITORI SGLT2: canagliflozin – dapagliflozin – empagliflozin – ertugliflozin
  • AGONISTI RECETTORIALI GLP1: dulaglutide – exenatide – exenatide LAR – liraglutide – lixisenatide – semaglutide orale – semaglutide sottocutanea
  • INIBITORI DPP4: alogliptin – linagliptin – saxagliptin – sitagliptin – vildagliptin
  • ASSOCIAZIONI PRECOSTITUITE: canagliflozin/metformina – dapagliflozin/metformina – empagliflozin/metformina – empagliflozin/linagliptin – ertugliflozin/metformina – saxagliptin/dapagliflozin – degludec/liraglutide – glargine/lixisenatide – alogliptin/metformina – alogliptin/pioglitazone – linagliptin/metformina – saxagliptin/metformina – sitagliptin/metformina – vildagliptin/metformina

Nella pagina dedicata sul sito dell’AIFA (https://www.aifa.gov.it/nota-100), come anche nel comunicato stampa sempre leggibile sul sito dell’AIFA, viene ancora ribadito il ruolo di farmaco di prima scelta della Metformina nel trattamento del Diabete Mellito tipo 2, tranne controindicazioni o effetti avversi.

Ma viene dato un impulso “liberatorio” alla prescrivibilità di questi altri farmaci con la precisazione che per l’estensione della nota si è fatto un ulteriore sforzo, cercando di “offrire il miglior trattamento possibile a tutti i pazienti con diabete di tipo 2 non più basato sulla mera correzione della glicemia, ma sulla prevenzione delle complicanze cardiovascolari e renali che rappresentano importanti criticità di questa patologia

Pubblicità

Sempre l’AIFA, nel suo comunicato stampa, così continua: “...Recenti studi hanno infatti dimostrato che alcuni di questi farmaci (SGLT2i e GLP1-RA) possono ridurre il rischio cardiovascolare (in particolare lo scompenso cardiaco, l’infarto del miocardio, l’ictus, ecc.) e rallentare la progressione della nefropatia.... La Nota 100, come peraltro le altre recentemente pubblicate da AIFA, non si propone solo di definire la rimborsabilità dei farmaci, ma è stata pensata come un documento di indirizzo che consenta di individuare la scelta terapeutica più appropriata per il singolo paziente in rapporto alle sue caratteristiche, al quadro clinico generale e ai fattori di rischio che presenta...”

Da precisare però che le associazioni di questi farmaci, precostituite o estemporanee, restano sempre di competenza dello specialista Diabetologo

La Nota 100 quindi rappresenterebbe sia un momento di estensione della possibilità di prescrivere questi farmaci, decongestionando gli ambulatori specialistici di Diabetologia, sia un momento di riflessione scientifica e metodologica sull’uso di questi farmaci che dovrebbe aiutare i medici ad “aiutare” il proprio proprio paziente ad evitare le gravi compplicanze del diabete, soprattutto in soggetti con glicemia non ben controllata.

Non c’è dubbio che i Medici di Medicina Generale, e quindi anch’io, dovremo affrontare uno sforzo formativo non indifferente di cui spero si possa fare carico al più presto il SSN e/o gli Ordini dei Medici, anche per rispondere in modo efficace alle sollecitazioni che, sicuramente presto, arriveranno dai pazienti.


NOTA AIFA 100

NOTA AIFA 100 – allegato 1a  – scheda di prima prescrizione

NOTA AIFA 100 – allegato 1b  – scheda di rinnovo della prescrizione

NOTA AIFA 100 – allegato 2  – elenco farmaci


fonte: https://www.aifa.gov.it/

Dott. Salvatore Nicolosi

Pubblicità

Medico di Medicina Generale


>

Pubblicità

Leave a Reply

*

code