Blog creato e curato dal Dott. Salvatore Nicolosi - Ordine dei Medici di Siracusa n. 3467 - P. IVA 01776610899

Tutela della “privacy” dei soggetti con HIV sul luogo di lavoro

Uno dei capisaldi della legge 135/2000 è quello della tutela dei lavoratori affetti da HIV.

Anche il DL 81/2008 vieta che durante la sorveglianza sanitaria dei lavoratori o in fase preassuntiva siano effettuati accertamenti che potrebbero provocare discriminazioni nei confronti del lavoratore ed in particolare dei lavoratori con infezione da HIV.

A seguito di richieste multiple ai ministeri del Lavoro e delle Politiche Sociali e della Salute sulla liceità dell’effettuazione di esami atti a svelare lo stato di portatore di infezione da HIV, i suddetti ministeri hanno rilasciato una circolare congiunta esplicativa.

Nella circolare si da atto che in particolari condizioni, quando le particolari condizioni lavorative espongono ad un rischio concreto di contagio, quindi esclusivamente per certe categorie di lavoratori è lecito effettuare tale accertamento.

Però la necessità di tale intervento deve essere valutata caso per caso dal medico competente, tale rischio deve essere dettagliatamente indicato nel “documento di valutazione dei rischi“, anche al fine di permettere controlli e prevenire abusi e comunque, se rischio esiste, deve essere messa in atto una rigorosa procedura di tutela dei lavoratori con adeguate misure di igiene e, aggiungerei, addestramento opportuno del personale a rischio dell’uso dei sistemi di protezione individuale. In ogni caso se tale accertamento viene disposto, il medico competente deve informare dettagliatamente il lavoratore sulla necessità di procedere all’accertamento.

Mi pare importante anche che nella circolare venga ribadito che nella visita preassuntiva NON può essere effettuato accertamento dello stato di portatore del virus dell’HIV, proprio perchè nessuno può subire una discriminazione in ragione della sua condizione.

Quindi SI ad accertamenti per l’idoneità alle mansioni o in corso di sorveglianza sanitaria, ma solo con procedure rigorose e se effettivamente necessario alla tutela della salute dei lavoratori o comunque di terzi.

Per la circolare ministeriale in formato PDF cliccare QUI

Dott. Salvatore Nicolosi




 

LIMITAZIONE DI RESPONSABILITA'

Le notizie contenute nel sito sono tenute costantemente aggiornate e ho fatto ogni sforzo per curarne l'esattezza. Tuttavia è possibile che uno o più dei contenuti siano inesatti, nonostante l'attenzione posta.

Il curatore del sito pertanto esorta i visitatori a verificare l'esattezza delle informazioni contenute prima di farne uso e, in ogni caso, le informazioni di carattere sanitario non possono in alcun modo sostituire l'opera di un medico reale il quale è l'unico che può individuare una diagnosi certa e proporre una corretta terapia.

Nessuna terapia o provvedimento diagnostico deve essere intrapreso senza avere prima consultato il proprio medico di fiducia o uno specialista.

Nessuna responsabilità si assume il sottoscritto per l'uso incauto di informazioni contenute nel presente sito.

Nel sito sono presenti collegamenti a siti esterni assolutamente estranei al sottoscritto il quale quindi non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni cagionati dall'uso incauto delle informazioni ivi contenute.

Dott. Salvatore NicolosI