ANAGRELIDE – XAGRID


 

ANAGRELIDE

Denominazione del farmaco:

Xagrid 0,5 mg capsule rigide.

SCHEDA TECNICA XAGRID (RCP)   (fonte: EMA – 06/03/2016)
sintesi di una relazione pubblica di valutazione europea (EPAR) per Xagrid destinata al pubblico
 

INDICAZIONI (come da RCP)

Xagrid è indicato per la riduzione della conta piastrinica elevata nei pazienti a rischio con trombocitemia essenziale (TE), i quali mostrano intolleranza nei riguardi della loro attuale terapia, oppure la cui conta piastrinica elevata non possa essere ridotta a un livello accettabile con l’attuale terapia.
Paziente a rischio
Per paziente a rischio con trombocitemia essenziale si intende un paziente che presenti una o più delle caratteristiche riportate di seguito:

  • Età > 60 anni, oppure
  • Conta piastrinica > 1.000 x 109/l, oppure
  • Storia di eventi tromboemorragici.

CONTROINDICAZIONI

  • Ipersensibilità ad anagrelide o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1 dell’RCP.
  • Pazienti con insufficienza epatica moderata o grave.
  • Pazienti con insufficienza renale moderata o grave (clearance della creatinina < 50 ml/min).

Meccanismo d’azione
Non è stato ancora del tutto chiarito il meccanismo di azione con cui anagrelide porta alla riduzione della conta piastrinica, sebbene le informazioni derivate da studi in vitro e in vivo confermino la selettività di anagrelide nei riguardi delle piastrine.

Gli studi in vitro sulla megacariocitopoiesi umana hanno stabilito che le azioni inibitorie di anagrelide sulla piastrinogenesi nell’uomo sono mediate tramite il ritardo della maturazione dei megacariociti, e inoltre tramite la loro riduzione in termini di dimensioni e ploidia. Sono emerse prove di azioni simili in vivo, da campioni di biopsie midollari dei pazienti trattati.

Anagrelide è un inibitore della fosfodieresterasi III c-AMP dipendente.

 
Anagrelide su PubMed ==> da QUI
Anagrelide sul sito della FDA ==> da QUI
Anagrelide sul sito della Cochrane ==> da QUI
Anagrelide sul motore di ricerca del “Nationali Institutes of Health” degli USA ==> da QUI
  

Con determina n. 163/2014 l’Anagrelide è stato inserito “nell’elenco dei medicinali erogabili a totale carico del Servizio sanitario nazionale, ai sensi della legge 23 dicembre 1996, n. 648, per la terapia di prima linea della trombocitemia essenziale in pazienti di età inferiore ai 40 anni” nel rispetto delle condizioni per esso indicate nell’allegato 1 (che riporto qui sotto) che fa parte integrante della determinazione:


Denominazione: Anagrelide
Indicazione terapeutica: Terapia di prima linea della trombocitemia essenziale in pazienti di età inferiore ai 40 anni.
Criteri di inclusione: pazienti con trombocitemia essenziale di età < 40 anni, con conta piastrinica > 1.000×109/l, e/o con storia di eventi trombo emorragici.
Criteri di esclusione: ipersensibilità ad anagrelide o ad uno dei suoi eccipienti; insufficienza epatica moderata o grave (transaminasi > 5 volte il limite superiore dei valori normali); insufficienza renale moderata o grave (clearance della creatinina < 50 ml/min); gravidanza, allattamento.

Periodo di prescrizione a totale carico del Servizio sanitario nazionale: fino a nuova determinazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco.

Piano  terapeutico:  Il  trattamento  con  Xagrid  deve  essere  istituito  da  un  medico  esperto  nel controllo della trombocitemia essenziale. La dose iniziale di anagrelide consigliata è di 1 mg/die, da somministrare  per  via  orale  in  due  dosi  separate  (0,5  mg/dose).  Mantenere  costante  la  dose iniziale per almeno una settimana. Dopo una settimana è possibile titolare la dose, caso per caso, per pervenire alla dose minima efficace per ridurre e/o mantenere la conta piastrinica al di sotto di 600 x 109/l, e se possibile a un livello fra 150 x 109/l e 400 x 109/l. Non aumentare la dose di oltre 0,5 mg/die nell’arco della stessa settimana; la dose singola massima consigliata non deve superare 2,5  mg.  Durante  lo  sviluppo  clinico  sono  state  utilizzate  dosi  pari  a  10  mg/die.  Controllare regolarmente gli effetti del trattamento con anagrelide. Se la dose iniziale è > 1 mg/die, procedere a conteggi delle piastrine ogni due giorni nella prima settimana di trattamento, e almeno una volta alla  settimana  in  seguito,  fino  a  giungere  a  una  dose  stabile  di  mantenimento.  Tipicamente  si osserverà  un  calo  della  conta  piastrinica  entro  14  –  21  giorni  dall’avvio  del  trattamento.  Nella maggior parte dei pazienti sarà possibile osservare una risposta terapeutica adeguata e stabile con l’assunzione di 1-3 mg/die.

Altre condizioni da osservare: le modalità previste dagli articoli 4, 5, 6 del provvedimento datato 20 luglio 2000 citato in premessa, in relazione a:

  • art. 4: istituzione del registro, rilevamento e trasmissione dei dati di monitoraggio clinico ed informazioni riguardo a sospensioni del trattamento (mediante apposita scheda come da Provvedimento 31 gennaio 2001, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 24 marzo 2001);
  • art. 5: acquisizione del consenso informato, modalità di prescrizione e di dispensazione del medicinale;
  • art. 6: rilevamento e trasmissione dei dati di spesa.

DATI DA INSERIRE NEL REGISTRO

  prima di iniziare il trattamento durante il trattamento alla fine del trattamento
Emocromo  x  x  
 Conta Leucocitaria  x x  
 Conta piastrinica  x  x  
 Esame cardiovascolare (visita)  x  x  
 Elettrocardiogramma Basale: QTc  x  x  
 Ecocardiogramma  x  x  
 Elettroliti : Na, K, Cl  x x  
 Funzionalità Epatica: AST, ALT  x x  
Funzionalità Renale (cretinina, Azotemia) x x  
Esame clinico accurato x x  

 

   

COSTO E REGIME DI DISPENSAZIONE

  • Xagrid cps 0,5 mg – 100 capsule
    • prezzo ex factory: € 416,66 (IVA esclusa)
    • Classe: “H”