LEMTRADA – ALEMTUZUMAB

Nome commerciale e formulazioni

  • LEMTRADA 12 mg concentrato per soluzione per infusione.

Alemtuzumab è un anticorpo monoclonale prodotto mediante tecnologia del DNA ricombinante in una coltura in sospensione di cellule di origine mammifera (ovaio di criceto cinese) in un terreno di coltura.


SCHEDA TECNICA LEMTRADA (RCP) – fonte: EMA 11/11/2019


riassunto della relazione pubblica europea di valutazione (EPAR) per Lemtrada

Download (PDF, 71KB)


INDICAZIONI:
LEMTRADA è indicato per i pazienti adulti con sclerosi multipla recidivante-remittente (SMRR) con malattia attiva definita clinicamente o attraverso le immagini di risonanza magnetica (vedere paragrafi 4.4 e 5.1 dell’RCP).


CONTROINDICAZIONI:

  • Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1 dell’RCP.
  • Infezione da virus dell’immunodeficienza umana (HIV).
  • Pazienti con infezione acuta grave fino a risoluzione.

POSOLOGIA E MODALITA’ DI SOMMINISTRAZIONEVedere RCP


Meccanismo d’azione

Alemtuzumab è un anticorpo monoclonale umanizzato prodotto mediante DNA ricombinante che ha come bersaglio la glicoproteina CD52 di superficie da 21-28 kD. Alemtuzumab è un anticorpo della classe IgG1 kappa con una struttura umana variabile, regioni costanti e regioni che determinano la complementarietà ottenute da un anticorpo monoclonale di origine murina (ratto). L’anticorpo ha un peso molecolare approssimativo di 150 kD.

Alemtuzumab si lega a CD52, un antigene superficiale delle cellule presente in alte concentrazioni sui linfociti T (CD3+) e B (CD19+) e in concentrazioni più basse sulle cellule natural killer (NK), monociti e macrofagi. CD52 è rilevabile in basse concentrazioni (o non è rilevabile) su neutrofili, cellule del plasma o cellule del midollo osseo. Alemtuzumab agisce mediante citolisi delle cellule anticorpo-dipendente e lisi mediata da complemento a seguito del legame fra la superficie della cellula e i linfociti T e B.

Il meccanismo mediante il quale LEMTRADA esercita il suo effetto terapeutico sulla SM non è ancora completamente chiaro. Tuttavia, la ricerca indica che con la deplezione e il ripopolamento dei linfociti si hanno effetti immunomodulatori, che includono:
– Variazione del numero, delle percentuali e delle proprietà di alcuni sottogruppi di linfociti dopo il trattamento
– Aumentata presenza di sottogruppi di cellule T regolatorie
– Aumentata presenza di linfociti T e B di memoria
– Effetti transitori sui componenti dell’immunità innata (ad es., neutrofili, macrofagi, cellule NK)

La diminuzione della concentrazione di cellule B e T circolanti, in seguito all’impiego di LEMTRADA e il conseguente ripopolamento, possono diminuire il potenziale di recidive, senza ritardare sostanzialmente la progressione della malattia.

(fonte: RCP)


COMUNICAZIONE EMA SU LEMTRADA (AIFA – 15 NOVEMBRE 2019)

L’EUROPEAN MEDICINES AGENCY, ha raccomandato restrizioni all’uso del medicinale Lemtrada, contenente alemtuzumab, per il trattamento di pazienti con sclerosi multipla recidivante remittente.

Questo a seguito di segnalazioni riguardanti effetti avversi rari ma anche molto gravi, inclusi decessi, dovuti all’insorgenza di patologie di natura immunitaria, di gravi patologie cardiache, compreso l’infarto, circolatorie, ed emorraggiche.

“...L’EMA raccomanda di limitare l’uso del medicinale per la sclerosi multipla Lemtrada (alemtuzumab) a causa di segnalazioni di effetti collaterali rari ma gravi, compresi decessi. Si raccomandano anche nuove misure per identificare e gestire i gravi effetti collaterali. Gli effetti collaterali includono disturbi cardiovascolari (che interessano il cuore, la circolazione e il sanguinamento, nonché l’ictus) e disturbi immuno-correlati (causati dal sistema di difesa dell’organismo che non funziona correttamente).
Lemtrada ora deve essere usato per trattare la sclerosi multipla recidivante-remittente, se la malattia è altamente attiva nonostante il trattamento con almeno una terapia modificante la malattia o se la malattia sta peggiorando rapidamente. Inoltre Lemtrada non deve più essere usato in pazienti con determinate patologie cardiache, circolatorie o emorragiche o in pazienti con patologie autoimmuni ddiverse dalla sclerosi multipla.
Il medicinale deve essere somministrato solo in ospedali che hanno un accesso immediato ai reparti di terapia intensiva e con specialisti in grado di gestire gravi reazioni avverse..
…”

In appresso la Comunicazione EMA su Lemtrada e potenziali effetti collaterali anche gravi:

Download (PDF, 86KB)


Alemtuzumab su PubMed ==> da QUI

Alemtuzumab sul sito della FDA ==> da QUI

Alemtuzumab  su Google Scholar (ricerca globale) ==> da QUI

Alemtuzumab  su Google Scholar (ricerca in lingua italiana) ==> da QUI

Alemtuzumab su Cochrane ==> da QUI


CLASSE DI RIMBORSABILITA’ E COSTO

LEMTRADA 12 MG-CONCENTRATO PER SOLUZIONE PER INFUSIONE-USO ENDOVENOSO-FLACONCINO (VETRO) 1,2 ML – (10MG/ML)-1 FLACONE

Classe di rimborsabilità: H;
    Prezzo ex factory (IVA esclusa): € 8.812,50;
    Prezzo al pubblico (IVA inclusa): € 14.544,15.

Classificazione ai fini della fornitura del medicinale  Lemtrada:
Medicinale   soggetto   a   prescrizione    medica    limitativa, utilizzabile esclusivamente in ambiente ospedaliero o in struttura ad esso assimilabile (OSP)

Medicinale sottoposto a monitoraggio addizionale.