SODIO NERIDRONATO


Nome commerciale e formulazioni

  • NERIXIA 25 mg soluzione iniettabile
  • NERIXIA 100 mg concentrato per soluzione per infusione

SCHEDA TECNICA NERIXIA (RCP) ==> (fonte: AIFA 02/07/2016)


INDICAZIONI:

Adulti

  • Osteogenesi imperfetta.
  • Malattia ossea di Paget.
  • Algodistrofia

Bambini (al di sotto di 18 anni di età)

  • Osteogenesi imperfetta.

CONTROINDICAZIONI

  • Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti o ad altri farmaci del gruppo dei bisfosfonati.
  • Insufficienza renale grave.
  • Gravidanza ed allattamento.

MECCANISMO D’AZIONE

Il neridronato appartiene alla classe dei bisfosfonati, composti che agiscono sul metabolismo osseo impedendo il riassorbimento, con conseguente diminuzione del turnover osseo.

Studi in vitro e in vivo hanno dimostrato che il neridronato inibisce il riassorbimento osseo senza modificare il processo di mineralizzazione.

Studi clinici hanno messo in evidenza che il trattamento con neridronato comporta riduzioni significative sia dei parametri di riassorbimento, come l’idrossiprolina e il telopeptide N-terminale del collageno di tipo I urinari, che della fosfatasi alcalina, indice di turnover osseo. I parametri di riassorbimento subiscono decrementi molto rapidi, pochi giorni nel caso di somministrazione parenterale, anticipando di alcune settimane la riduzione della fosfatasi alcalina, che mostra un andamento più lento e graduale. La rapida inibizione del riassorbimento osseo provoca un transitorio disaccoppiamento tra i processi di neoformazione e quelli di riassorbimento; questo stato perdura sino a quando non venga raggiunto un nuovo equilibrio, con l’adeguamento della neosintesi ossea ad un livello di turnover più basso. La prevalenza dei processi di osteosintesi durante la fase di disaccoppiamento determina la riduzione dell’afflusso di calcio verso l’ambiente extracellulare ed un temporaneo aumento della secrezione di paratormone (PTH). L’insorgenza di un iperparatiroidismo secondario permette di contrastare l’ipocalcemia incrementando la sintesi di calcitriolo e stimolando l’assorbimento intestinale di calcio.

Inoltre l’aumento del PTH diminuisce il riassorbimento tubulare dei fosfati, diminuendone in tal modo la concentrazione sierica.

(fonte: RCP)


NOTA DEL CURATORE DEL SITO

Come si può vedere, tra le indicazioni all’uso del Nerixia non è presente l’osteoporosi, ma nella mia esperienza ho rilevato che spesso la formulazione da 25 mg viene prescritta da ortopedici e fisiatri proprio in soggetti con questa patologia; per di più sicuramente non a torto perchè la sua efficacia, da una mia esperienza di esecutore di esami di densitometria, non mi è sembrata inferiore a quella degli altri bifosfonati per os; non ci sono, naturalmente, effetti avversi sul sistema gastrointestinale e, a parte una sindrome simil-influenzale che può disturbare il paziente per alcuni giorni dopo la somminstrazione, gli eventuali ulteriori effetti avversi sono sovrapponibili a quelli degli altri bifosfonati.

In ogni caso è una prescrizione “off-label” consentita secondo le indicazioni della legge 94 dell’8 aprile 1994 in cui viene precisato: “… In singoli casi il medico può, sotto la sua diretta responsabilità e previa informazione del paziente e acquisizione del consenso dello stesso, impiegare un medicinale prodotto industrialmente per un’indicazione o una via di somministrazione o una modalità di somministrazione o di utilizzazione diversa da quella autorizzata  … “

Quindi può essere prescritto, su ricettario cosiddetto “bianco”, non a carico del SSN e previa acquisizione del consenso informato, consenso che dovrebbe essere sempre raccolto non vocalmente ma sempre per iscritto e accuratamente conservato.

Dott. Salvatore Nicolosi


SODIO NERIDRONATO su PubMed ==> da QUI


NERIXIA 25 mg soluzione iniettabile – 1 fiala
  • regime di fornitura: Ricetta ripetibile, validità 6 mesi, ripetibile 10 volte
  • classe di rimborsabilità: A
  • costo: € 14,65
NERIXIA 100 mg concentrato per soluzione per infusione – 2 fiale
  • regime di fornitura: “medicinale soggetto a prescrizione medica limitativa, da rinnovare volta per volta, vendibile al pubblico su prescrizione di centri ospedalieri o di specialisti – internista, ortopedico, oncologo, reumatologo (RNRL)
  • classe di rimborsabilità: H
  • costo: € 89,00